15304186_1355717014461815_3314526079507022890_o

Kythara

Live a Sala Carmelo Bene - Palamostre

Concerti Dissonanze 2.0 / 08.12.2016

RITORNA DISSONANZE! 8 E 9 DICEMBRE!
La rassegna che ha portato a Udine artisti come Colapesce, Cosmo, Sin Ropas e Diaframma ritorna per la seconda edizione!
Quest’anno si aggiungono gli amici de La scimmia nuda che ci faranno ascoltare un jazz contaminato e sempre originale!

\\ AFTER THEATER //
Il primo live sarà quello del trio Kythara che per ben due giornate ci faranno viaggiare dal Medio Oriente all’America del Sud, passando dal Jazz alla Bossa Nova fino al Flamenco.
Ascolta qui:

Imperdibile evento a cura de La scimmia nuda subito dopo Ale e Franz a Teatro Contatto / Udine!
8-9 dicembre ore 21
Teatro Contatto 35 / ContattoComico
Udine, Teatro Palamostre, Sala Pier Paolo Pasolini
Tanti Lati Latitanti / Ale e Franz

e dopo lo spettacolo, ore 22.30 circa, in Sala Carmelo Bene
After Theatre concerto Kythara
Il Blubar vi aspetta con ottimi drinks e stuzzichini!!

Biglietto After Theatre: 8.00 €
Soci LiveAct: 5 euro
Biglietto Tx2 After Theatre: 5.00 € per chi è in possesso del biglietto per Tanti Lati Latitanti / Ale e Franz

SPECIALE BIGLIETTO LAST MINUTE TX2: 3 € per le prime 10 prenotazioni, presentadosi alla cassa del Palamostre (17:30 – 19:30, anche 8 Dicembre), mostra la tua partecipazione in cassa all’evento!

\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\
Kythara, che in greco antico significa cetra, è un progetto musicale nato nel 2014 dall’incontro di tre chitarristi concertisti fra i più conosciuti in Regione e in Italia: Francesco Bertolini, Michele Pucci ed Enrico Maria Milanesi.

Provenienti da generi musicali diversi (jazz, flamenco e fingerstyle), il trio propone brani originali e arrangiamenti di musiche appartenenti a diverse culture, dal Medio Oriente all’Europa, dall’America del Nord a quella del Sud.

Un concerto quasi “geografico” che porta l’ascoltatore in giro per il mondo e lo appassiona a culture solo apparentemente lontane, legate da una matrice comune, la musica. Tre stili differenti, tre chitarre con sonorità diverse, tre musicisti che attraverso la loro sensibilità artistica vogliono abbattere le differenze e trovare un terreno comune, un dialogo musicale intenso e “vero”, che spinge al massimo livello di sperimentazione la creatività dei tre, impegnandoli in una rilettura di brani jazz, flamenco, manouche, swing, bossa nova, musica etnica, combinando le rispettive sonorità e tecniche.
\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\

Progetto realizzato grazie al contributo di:
Regione Autonomia Friuli Venezia-Giulia
Fondazione Crup